5 Maggio 2011 - Visita del Consolato di Trento

Durante il Congresso Nazionale a Rimini il 4 e 5 giugno 2010, avevamo avuto dei contatti con il Console e alcuni Consiglieri di Trento per una ipotesi di collaborazione sul progetto nazionale Scuola-Lavoro che il nostro Consolato stava preparando con l’obiettivo di renderlo operativo per l’anno scolastico 2010-2011. Il Consolato di Trento, interessato alla nostra iniziativa, aveva chiesto di poter fare una visita a Pordenone per prendere visione di quanto realizzato dal nostro Consolato. Questo incontro, il 5 Maggio 2011, avrebbe anche offerto ai Maestri del Lavoro del Consolato di Trento di conoscere da vicino la nostra città e confrontare le reciproche esperienze. Naturalmente, il programma preparato per i nostri ospiti ha abbracciato tutti i settori della nostra zona: storia, cultura, industria, agricoltura e ovviamente il nostro Consolato. Ne è risultata una giornata intensa che ha lasciato i nostri visitatori piacevolmente sorpresi nel riscontrare tante analogie con la loro realtà, derivanti anche da molte radici culturali e storiche comuni.

All’arrivo, la delegazione degli ospiti accompagnata dal Console Provinciale di Trento M.d.L. Rino Campolongo è stata ricevuta dal nostro Consiglio Direttivo. Dopo il saluto di benvenuto ed una breve visita alla nostra sede,  come da programma ci siamo recati nella Biblioteca Civica, dove la Direttrice, dott.ssa Ofelia Tassan Caser ci ha accolti, accompagnandoci attraverso le varie sale, soffermandosi per illustrare ai visitatori la suddivisione e l’organizzazione della biblioteca. Gli ospiti sono rimasti affascinati dall’ambiente e impressionati dalla molteplicità dell’offerta culturale che la struttura è in grado di mettere a disposizione degli utenti. Prima di lasciare la Civica, il Console Campolongo donava alla dott.ssa Tassan il Gagliardetto del Consolato di Tento, mentre il nostro Consolato donava l’Albo d’Oro, recentemente pubblicato dall’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato, con tutti i nomi dei Maestri del Lavoro insigniti dal 1953 al 2010.

Successivamente,  il percorso in città ha interessato il Teatro Verdi, Piazzetta Cavour, Corso Garibaldi fino alla lapide che ricorda il soggiorno in città dell’Imperatore d’Austria Francesco Giuseppe I nel 1852.

FRANCESCO GIUSEPPE I
IMPERATORE    E    RE
ESERCITANDO IN SIMULATE BATTAGLIE
LA CAVALLERIA
DEL CAMPO DI AVIANO
DAL   7   ALL’11   OTTOBRE   1852
ALBERGO’ IN QUESTA CASA
I NOBILI DE SPELLADI
VOLLERO PERPETUATA NEL MARMO
DI  TANTO  LOR  OSPITE
LA  RICORDANZA

Poi, la sede della Provincia, il Campanile di San Giorgio, quindi Corso Vittorio Emanuele II, soffermandosi ad ammirare i palazzi più significativi dal punto di vista storico e architettonico, Museo Ricchieri ed, infine, il Duomo Concattedrale di San Marco che è stato lasciato aperto appositamente per noi.

La mattinata si concludeva con la foto di gruppo davanti al palazzo municipale, dove il Sindaco Sergio Bolzonello (al centro) riceveva la delegazione in Sala Consiliare esprimendo considerazioni di apprezzamento verso i Maestri del Lavoro ed il loro impegno verso la società. Il Console Rino Campolongo (a sinistra), a nome della delegazione venuta dal Trentino, ringraziava per il calore riscontrato e per l’ottima impressione ricevuta dalla città di Pordenone. Lo scambio dei doni ha concluso l’incontro e, dopo il commiato, ci siamo recati a pranzo.