41° CONVEGNO REGIONALE A GORIZIA - 11 Maggio 2013

In estrema sintesi, il protagonista della giornata è stato il maltempo che ci ha tormentato senza sosta, costringendo gli organizzatori a modifiche al programma. E’ stato, comunque, un banco di prova utile per eventuali future esperienze. Arrivati a Gorizia siamo stati accolti nella chiesa parrocchiale di Sant’Ignazio, nella quale il Vescovo di Gorizia, Mons. Carlo Redaelli, ha celebrato la S. Messa esprimendo parole di apprezzamento per i Maestri del Lavoro e per il loro contributo alla società. Al termine, è stata fissata l’immagine a ricordo del primo momento solenne, con i quattro Labari ed i rispettivi Consoli, da sinistra, M.d.L. Daniele Pellissetti (Pordenone), M.d.L. cav. Giorgio Stabon (Gorizia), al centro Mons. Carlo Redaelli, M.d.L. comm. Mario Caporale (Udine e Regionale), M.d.L. dott. Livio Chersi (Trieste).

Sotto una pioggia battente ci siamo trasferiti in pullman all’Istituto Tecnico “Galileo Galilei”, dove abbiamo dovuto percorrere circa 300 metri a piedi, sempre sotto la forte pioggia, sul percorso ai limiti del praticabile per raggiungere la Sala Europa dell’Istituto. Ovviamente, causa il maltempo, è stato annullato il programma alternativo che prevedeva la visita culturale alla città per i famigliari.

I contenuti del Convegno sono stati comunque interessanti e hanno trattato l’argomento: “La ripresa della produzione”, con l’obiettivo di riportare al centro del dibattito sul futuro del territorio goriziano il tema del lavoro come unico vero strumento di produzione di ricchezza economica e morale. Il Consolato goriziano, per tale circostanza e con il sostegno della Fondazione Cassa di risparmio di Gorizia, ha promosso due premi di Laurea e quattro borse di studio relativi alla elaborazione di due tesi di laurea e di quattro temi sull’argomento proposto, coinvolgendo le Università Regionali ed i Poli: Tecnico, Liceale, Professionale e la Scuola secondaria di primo grado di Gorizia.

Dopo il saluto alle autorità del Console Provinciale di Gorizia M.d.L. cav. Giorgio Stabon , è intervenuto il Prefetto di Gorizia Maria Augusta Marrosu che ha avuto parole di apprezzamento per i contenuti del Convegno Regionale.

Successivamente, il moderatore dott. Paolo Iancis ha presentato i relatori.

Quindi ha preso la parola il dott. Renato Vizzari, vicedirettore della Cassa Rurale ed Artigiana di Lucinico, il quale ha presentato lo studio “Le caratteristiche dell’economia isontina: aspetti strutturali e prospettici”. Si è trattato di una analisi a tutto campo che ha evidenziato i problemi, ma indicato le possibili soluzioni.

 

Successivamente, ha preso la parola l’ing. Benito Zolla, presidente di Brovedani SpA, il quale ha sviluppato il tema: “Strategia, organizzazione e produttività”, nel quale è sembrato dare significative risposte, anche derivanti dall’esperienza maturata sul campo da un’azienda di grande prestigio.

 

E’ seguita le consegna dei premi di laurea e delle borse di studio ai vincitori dei concorsi. I giovani hanno dato l’impressione di essere motivati e di voler dimostrare le loro potenzialità, il che fa ben sperare.

 

Il rientro a Pordenone mostra eloquentemente l’inclemenza del tempo che non ci ha concesso una tregua neppure per la foto ricordo.