RICORDO DEL CONSOLE M.d.L. Comm. BRUNO FILIPPETTO

Vent’anni sono trascorsi dall’immatura scomparsa dell’indimenticabile M.d.L. Bruno Filipetto, avvenuta il 22 novembre 1992. Decorato con la “Stella al Merito” nel 1976, nello stesso anno entrò nel consiglio direttivo e, nel 1979, fu eletto Console Provinciale reggendo le sorti del Consolato fino alla scomparsa. Restano nel ricordo di chi lo ha conosciuto il senso dell’amicizia, la fraterna solidarietà, la disponibilità e la sensibilità alla collaborazione, l’entusiasmo e la simpatia che seppe trasmettere. Per chi oggi sente il desiderio di ricordarlo, l’elemento che spicca è l’esempio che ci ha lasciato, espresso attraverso le opere che portò a compimento: l’intitolazione ai Maestri del Lavoro della piazza presso il Centro Studi, a conferma dell’attenzione del Consolato per il mondo della scuola, ovvero, per i giovani; la tradizione del saluto ai nuovi Maestri con la consegna della pergamena e della “Stella d’Argento” al coniuge; gli attestati per i 15 anni di anzianità magistrale; la gara di bocce “Lui & Lei”, le visite culturali, gli incontri con gli studenti. Nella foto, l’incontro dei M.d.L. del Consolato Prov. di Pordenone con il dott. Gustavo Selva de “IL GAZZETTINO” e consegna del nostro Labaro da parte del Console M.d.L. Bruno Filipetto in occasione della visita alla redazione di Mestre del 24 marzo 1984.