L’Abbazia di Santa Maria di Sesto nell’epoca moderna (secoli XV-XVIII, maggio 762 - maggio 2012)

Per interessamento del nostro Consigliere M.d.L. Comm. Romano Baita, il nostro Consolato è stato invitato all’importante evento culturale organizzato a Sesto al Reghena il 26 maggio c.a. presso l’Auditorium Burovich.

Il Vice-Console M.d.L. Giovanni Favaro ha partecipato assieme al M.d.L. Comm. Romano Baita in rappresentanza del Consolato alla presentazione dell’opera storico-artistica redatta a cura di Andrea Tilatti con il contributo del Comune di Sesto al Reghena, della provincia di Pordenone e della Fondazione Cassa di Risparmio di Udine e Pordenone. Si tratta del terzo volume di una piccola serie iniziata nel 1999, continuata nel 2001 e completata con questa del 2012. I precedenti avevano affrontato il periodo “fra archeologia e storia” e “L’arte medievale e moderna”. Con questo terzo volume si approfondisce il periodo successivo al 1419-1420, occupazione veneziana della patria del Friuli.

A 1250 anni dalla fondazione dell’abbazia appare evidente il ruolo che essa ancora oggi riveste nella storia del nostro territorio e quindi il fascino che emanano i reperti, le mura, gli affreschi, i documenti, al punto da stimolare ulteriori ricerche.

Grazie alla sensibilità del Sindaco di Sesto al Reghena, Ivo Chiarot, abbiamo ricevuto in dono una copia del libro che resterà a disposizione dei Maestri del Lavoro del Consolato di Pordenone quale testimonianza di una parte significativa delle loro radici.