“COMINA cent’anni di volo” 1910 – 2010

L’apertura delle manifestazioni per celebrare il centenario della scuola di volo della Comina ha avuto un interessantissimo prologo il 25 giugno al Convento di San Francesco, con la presentazione del volume “COMINA cent’anni di volo”, edito dall’Assessorato alla cultura del Comune di Pordenone, al quale ha fatto seguito l’inaugurazione della mostra tematica allestita al Museo Civico di Storia Naturale.  Gli interventi del  Sindaco  Bolzonello,  dello storico Fausto Gubian e del Presidente dell’Associazione “La Comina 100” Stefano Turchet, hanno accompagnato i convenuti in una carrellata che li ha condotti a ripercorrere il cammino svolto da quei pionieri dell’aria, ma anche ad apprezzare lo spirito ed il coraggio che animava gli imprenditori della nostra città in quell’epoca di grande fermento tecnico. I numerosi reperti storici esposti ed il raro materiale fotografico di ottima qualità hanno fatto partecipi i visitatori con testimonianze di grande interesse tra le quali il motto dannunziano “Cominus et Neminus ferit” (da lontano e da vicino ferisce), disegnato da Adolfo De Carolis per la Squadra della Comina, squadriglia di aviatori destinati ad imprese particolarmente ardimentose. La presenza del Consolato dei Maestri del Lavoro a queste celebrazioni è apparsa appropriata come testimonianza perché, in tutti i settori che hanno caratterizzato lo sviluppo industriale del nostro territorio, i Maestri del Lavoro sono stati protagonisti fornendo un contributo spesso determinante. Proprio per il suo significato, l’evento storico ha fortemente caratterizzato l’immagine della nostra città facendone riemergere il ruolo avuto, coinvolgendo molti appassionati ma, anche tanti giovani i quali hanno avuto modo di vedere da vicino l’entusiasmo che animava i loro bisnonni.